Associazione Amici di Maurizio Martolini

Ultime notizie:

Home
Una protesta la faremo, e sarà grossa
"Avremo una riunione saba­to 8 gennaio a Bologna ed in quella sede decideremo il da farsi, mi permetta però di non anticipare nulla poiché sarà l'assemblea a dover stabilire il nostro futuro comportamento. Dico però che siamo veramen­te stufi e stanchi di questo stato di cose. Insomma, posso anche capire che ci siano inci­denti ma è assurdo che le esplosioni del pubblico avven­gano anche nel primo tempo e con la squadra di casa in te­sta! Bisogna quindi parlare di violenza gratuita, di violenza pura e semplice. Oggi basta un nonnulla per scatenare il lancio di monete e di altro. Inoltre l'eventuale errore dell'arbitro (anche noi, fino a prova contraria, siamo esseri umani e quindi fallibili) non è assolutamente eguale, per il pubblico, a quello di un gioca­tore che magari sbaglia un canestro facilissimo. A Bologna decideremo il da farsi tengo a ripeterlo, e non escludo che non si possa arrivare ad una clamorosa azione di protesta Ribadisco che la classe arbitrale è inquieta e che non sopporterà più questo stato di cose. Per finire vorrei rivolgere un appello alle società. Sono loro che possono fare molto per aiutarci a superare questo drammatico momento, del re­sto basta andare a vedere guanto di buono si è già fatto in qualche città".
 
IL MESSAGGERO - GENNAIO 1983