Associazione Amici di Maurizio Martolini

Ultime notizie:

Home Aneddoti
Emanuele Aronne
Ero ad Imola, avevo arbitrato il giorno prima a Forlì una partita di B1 ed ero rimasto perchè la domenica avrebbero arbitrato tre colleghi Laziali: Biasini e Giovanrosa una partita di B1 e Terranova una di Lega2. La partita di B1 era alle 18, quella di Lega2 alle 21 così decisi di andarle a vedere entrambi. Finita la partita di B1, mentre con i colleghi ci apprestiamo a salire in macchina per andare all'altro palazzetto, mi squilla il telefono: "A Manue', 'so Maurizio, devi venì subito che devi arbitrà la partita de serie A al posto di Tullio che s'è fatto male!" click. Racconto il tutto ai colleghi che, ovviamente si mettono a ridere convinti, come me d'altronde, che fosse uno scherzo. Neanche 5 minuti e di nuovo squilla il telefono:"A Manuè, do' sei, se non te sbrighi te faccio smette de arbitrà". Provo a chiedere se è uno scherzo e a quel punto mi passa l'arbitro infortunato che conferma il tutto. Andiamo in albergo a prendere la borsa ed arriviamo al palazzo. Entrando (mancavano 10 minuti all'inizio della gara) non vedo gli arbitri in campo e comincio a credere che sia tutto vero; me ne convinco unavolta negli spogliatoi quando vedo Angelo Tullio con la gamba fasciata. Ero teso come una corda di violino, spaventatissimo, ma comincio a cambiarmi con tutti che cercavano di darmi consigli. A quel punto interviene Maurizio e mi dice: "A Manuè, sei primo in classifica ma ieri t'ha visto Dino (Dal Fiume) e m'ha detto che hai fatto schifo quindi, o arbitri bene o in serie A non ce vai!".